Chi siamo

ACCOGLIERE

PUIN in dialetto ligure vuol dire “bisnonno”, e in questa parola è racchiusa l’idea di fondo che ha ispirato la nascita di questo piccolo agriturismo situato nell’Appennino ligure dell’entroterra di Varazze, in mezzo al verde degli uliveti, ma a soli 10 minuti di macchina dal mare e altrettanti dalle Faje e dall’Alpicella, da cui si può raggiungere a piedi o in bicicletta il Monte Beigua (1287 mt. slm). Situato in collina, fra il mare e le montagne, “Borgo Puin” offre innanzitutto l’accoglienza semplice di una conduzione famigliare, dove l’ospite viene accolto in ambienti sempre ben curati in un contesto di assoluta pace e bellezza, che cerca di far rivivere in ogni momento l’atmosfera semplice ed essenziale in cui hanno vissuto per secoli le generazioni che legavano il loro sostentamento alla terra.

EDUCARE

Vogliamo offrire ai nostri ospiti la possibilità di immergersi non solo nel verde della campagna, ma di assaporare l’atmosfera rurale di un tempo, in un contesto che abbiamo voluto mantenere il più possibile uguale a quello dei nostri antenati proprio per stimolare nelle persone la consapevolezza dell’importanza delle proprie radici, della piccola storia di tutti i giorni e di tante famiglie, fatta di usi, costumi, abilità e conoscenze legate alla natura che oggi si sono perdute e che vanno invece ritrovate e riscoperte come imprescindibili per il proprio equilibrio e salute psico-fisica.
La vita a contatto coi campi, l’uliveto, le fasce ad orto, la presenza di animali come le galline, le caprette, l’asino, le api, costituiscono una esperienza che mira ad educare le persone ad un rapporto sano ed equilibrato con la natura, senza sovrastrutture o attività eclatanti ed estemporanee, ma attraverso un “toccare con mano”, un “sentire” che speriamo lasci nelle persone un desiderio di ritornare a gustare pienamente luoghi e gesti semplici ma genuini, e perciò preziosi.

FORMARE

Il silenzio, il rispetto dei ritmi della natura e degli animali, il lavoro nei campi e il godersi il profumo dell’erba appena tagliata o del fieno, la fragranza di ortaggi e frutti appena raccolti, i rumori del bosco, il distacco dalla frenesia di ogni giorno per tuffarsi in una dimensione di contatto con sé stessi e di recupero dei nostri veri bisogni, sono la vera “primizia” del nostro agriturismo, che si apre alle diverse esigenze dei propri ospiti offrendo anche il servizio di uno spazio didattico all’interno del quale potranno essere svolte, eventualmente su richiesta, varie attività fra cui:
  • Incontri formativi e didattici in materia agronomica (olivicultura, apicoltura, orticultura, potatura,
    compostaggio, etc)
  • Incontri culturali e dimostrativi (dialetto ligure, valorizzazione e conoscenza del territorio, artigianato ligure, laboratori di ceramica albissolese, confetture speciali, etc)
  • Workshop e Seminari specialistici per piccoli gruppi
  • Degustazioni prodotti dell’orto e prodotti vari
  • Incontri conviviali – riservati agli ospiti dell’agriturismo o agli utenti della fattoria didattica a base di ricette di cucina tipica ligure (minestrone, focaccia, farinata, frisceu, focaccette, ecc.)

PRENDERSI CURA

Offriamo la possibilità di affittare piccoli orti autogestiti, di dimensioni variabili (da 20 mq a 100 mq), recintati e attrezzati con manichette per l’irrigazione. Ciascun affittuario dovrà provvedere ai propri attrezzi agricoli (zappa, falce, rastrelli, altro) che verranno custoditi nel deposito attrezzi. In questo modo i nostri “ortolani” impareranno a prendersi cura dei prodotti della terra, a distinguere la qualità e il sapore dei prodotti coltivati non in modo intensivo, a godere di una alimentazione sana e sicura per sé e per la sua famiglia. Le persone interessate potranno avvalersi della consulenza e formazione necessarie per imparare a coltivare sia in attività pratiche sia teoriche nella fattoria didattica. Saranno assicurati anche i servizi necessari alla cura dell’orto in caso di prolungata assenza dell’affittuario. Chi vorrà potrà anche prendersi cura degli animali presenti nell’agriturismo, imparando a conoscerli e a rispettarli nella loro specificità.

STIMOLARE

Creatività - Il contatto con la natura in un ambiente contadino, il silenzio dai rumori cittadini, l’aria buona che risente anche della vicinanza del mare, favoriscono la creatività di quanti, scrittori, musicisti, artisti visivi, cercano ambienti e atmosfere adatti a comporre, scrivere, dipingere, scolpire, suonare. La fattoria didattica è parzialmente seminterrata con roof garden e consente l’esecuzione di brani musicali dal vivo, senza amplificazioni che possano recare disturbo o comunque essere in totale disaccordo col contesto rurale di Borgo Puin. “Borgo Puin” si presta inoltre a LOCATION per realizzazione di set fotografici, interviste, spot pubblicitari, scene di film o documentari. Potenzialità, sportività e risorse personali – Ospitiamo quanti vogliano sfruttare il contatto con la natura e con gli animali per potenziare le risorse psico-fisiche di persone con disabilità (Pet therapy, naturoterapia, etc….). Un percorso sensoriale e ginnico all’aperto aiuta a mantenersi in forma e a potenziare la propria agilità e muscolatura. Per i più allenati escursioni e trekking anche di più giorni all’interno del Beigua Unesco Global Geopark con possibilità di pernottamento nei bivacchi utilizzati anticamente nelle fienagioni estive. Inter-generazionalità - E’ gradita ed incentivata l’ospitalità di famiglie con bambini e con i nonni, che potranno insegnare ai più giovani e agli altri ospiti quello che sanno fare in ambito agricolo, artigianale e domestico.

ALTRE ATTIVITA’ CORRELATE

VISITE, ESCURSIONI, MARE, SURF, VELA, TREKKING, MOUNTAIN BIKE, RACCOLTA FUNGHI E CASTAGNE, GASTRONOMIA, ARTIGIANATO, SAGRE E FIERE, CONCERTI, CICLOTURISMO, EQUITAZIONE. Camminando sulle rocce di un oceano giurassico e attraversando radure e splendidi boschi a meno di un’ora di cammino si giunge sulla vetta del Monte Greppino rilievo che, a causa della sua composizione rocciosa attira-fulmini, è stato sempre venerato dalle popolazioni locali come sacro e misterioso, e quindi la spettacolare Cappella di S.Anna, posta a strapiombo sopra il paese di Alpicella: da qui si gode di panorami mozzafiato sulla costa e sulle vette delle Alpi Liguri., fino alla Corsica. Nella proprietà sono compresi due cascinali anticamente utilizzati per la fienagione estiva posti a circa 1000 mslm, collocati all’interno del Beigua Unesco Global Geopark lungo la strada vicinale che porta fino alla vetta del Monte Beigua. Questi cascinali saranno allestiti come “bivacchi” per gli ospiti che vorranno sperimentare un contatto ancora più esclusivo e diretto con la natura. Una spettacolare vista che spazia dalla Corsica alle Alpi e che nella stagione fredda, può offrire l’ebbrezza di una ciaspolata “vista mare”, completa un soggiorno esclusivo e dai molteplici e suggestivi aspetti.

Team 2

Parco del Beigua

UNESCO Global Geoparks

Il comprensorio del Parco Naturale Regionale del Beigua, la più vasta area naturale protetta della Liguria, custodisce gelosamente la storia geologica della nostra regione, raccontata attraverso affioramenti rocciosi, mineralizzazioni, giacimenti fossiliferi e spettacolari forme modellate senza sosta per effetto degli agenti esogeni.

 

La via Megalitica

Richiami celtici e alla magia naturale ed antica

Questa struttura si rivela essere estremamente affascinante per i significati e i richiami celtici che custodisce dentro di sé: l'orientamento del tracciato, il quale riproduce il percorso del sole il giorno del solstizio d'estate, ricorda difatti inevitabilmente la religione celtica molto legata al culto dei ritmi naturali, del sole e dei fenomeni celesti in generale.

Team 3

Marina di Varazze

Porto turistico

A casa o in barca, residenza abituale o temporanea, in ogni caso un palcoscenico privilegiato sul mare. Immerso nel verde, in una posizione ideale nel cuore della Riviera Ligure di Ponente, il Marina di Varazze offre un mix perfetto di accoglienza, servizi all’avanguardia e atmosfera esclusiva, in un contesto architettonico raffinato, progettato nel rispetto dell’ambiente circostante.

 

Eremo del Deserto

Percorso naturalistico

Intorno al complesso seicentesco, che ospita il convento dei padri Carmelitani, si snoda un percorso botanico ad anello di straordinario valore naturalistico, che si estende per quasi due chilometri e mezzo tra specie mediterranee ed alberi tipici dei boschi montani, oltre a numerose specie ornamentali europee ed extraeuropee. Sparse nel folto della vegetazione vi sono sette cappelle chiamate "Romitori", all'interno delle quali i Frati trascorrevano periodi in solitudine e penitenza.

 

Team 1

Città di Savona

Porto, Priamar, Fortezza, Duomo e dintorni………

La datazione di un insediamento umano nel territorio di Savona può essere collocata nel periodo neolitico, cioè intorno al 5000 a.C.. Il primo dato sicuro che si ha sulla storia savonese, riguarda la parte attiva presa dalla città nella seconda guerra punica a fianco della potente Cartagine e ci rivela per la prima volta la fatale rivalità con Genova, allora alleata dei Romani, rivalità che dominerà la storia ligure.